Fondazione ICSC

L'Osservatorio del Centro Nazionale

L’Osservatorio sulle tendenze e applicazioni del Supercalcolo nasce come cassa di risonanza delle attività di ricerca e innovazione svolte dalla Fondazione ICSC. La collaborazione tra Osservatorio e Fondazione ICSC è la base su cui l’Osservatorio si sostiene: il suo obiettivo è di allargare la ricerca della Fondazione a imprese, enti di ricerca, cittadini, policymakers.

Le aree di interesse della Fondazione – HPC, analisi dei Big Data, supercalcolo, quantum computing – sono campi di lavoro condivisi tra le due realtà. L’Osservatorio vuole integrare gli studi condotti dalla Fondazione con altre possibili innovazioni, tendenze, applicazioni, in modo da lavorare insieme per fornire a tutti e tutta una prospettiva anticipatoria sui cambiamenti futuri. 

Declinando questi strumenti in aree tematiche d’interesse generale, dalla salute all’agricoltura, dalla medicina alla manifattura, l’Osservatorio espande la possibilità di accedere a conoscenze sulle nuove tecnologie a tutte le persone che sono interessate e possono trarne beneficio.

La Fondazione ICSC

La Fondazione ICSC gestisce il Centro Nazionale di Ricerca in High Performance Computing, Big Data e Quantum Computing, uno dei cinque Centri Nazionali istituiti dal PNRR Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, dedicati a settori strategici per lo sviluppo del Paese.

È un’aggregazione di Università, enti, organismi di ricerca pubblici e private e imprese distribuite su tutto il territorio nazionale, il cui obiettivo è il mantenimento, il potenziamento e lo sviluppo dell’infrastruttura HPC e Big Data italianaInfrastrutture e aree tematiche sono le due colonne portanti delle azioni della Fondazione: le comunità scientifiche italiane aggregate nel Centro Nazionale lavorano per continuare a migliorarne la competitività a livello nazionale e internazionale.

Gli obiettivi del Centro Nazionale

L’attività del Centro Nazionale è organizzata sul modello Hub e Spoke: l’Hub è rivolto a gestione e coordinamento, mentre gli 11 Spoke, distribuiti sul territorio italiano, sono dedicati ad aree tematiche di interesse strategico per il paese.

Dal HPC ai Big Data, dal quantum computing alle digital societies, il Centro Nazionale e il suo Osservatorio vogliono attrarre tanto il mondo della ricerca quanto il mondo imprenditoriale. La mission è, in linea con i principi del PNRR, di incentivare innovazione e implementazione tecnologica nella società, toccando trasversalmente tutti i possibili campi di interesse.

La gestione dei dati e dell’innovazione tecnologica verrà gestita in ottica di open data e open science: l’infrastruttura cloud/HPC fornita dal Centro sarà di vitale importanza per l’Italia ma anche per la comunità scientifica internazionale. Il Centro Nazionale vuole abbattare le barriere in entrata e distribuire risorse per fare ricerca in modo competitivo e sostenibile.

E l'Osservatorio?

Nel panorama del Centro Nazionale, l’Osservatorio diventa facilitatore di incontri tra mondo della ricerca e imprese, tra innovazione e realtà sociale. Attraverso la creazione di casi d’uso e scenari, traduce e divulga le ricerche sperimentate nella realtà della Fondazione ICSC.

L’Osservatorio è un ponte e una piattaforma per mettere insieme bisogni e necessità di realtà diverse, favorendo l’innovazione e portando avanti il compito di trasferimento tecnologico che il Centro Nazionale ha come obiettivo. Osservatorio e Centro Nazionale operano congiuntamente, secondo gli stessi principi di trasversalità e inclusività, per tenere testa alla velocità e alla complessività della rivoluzione tecnologica.

Scenari, casi d’uso, best and worst practices: sono questi gli strumenti attraverso il quale l’Osservatorio porta l’attività del Centro Nazionale su un livello fruibile a tutti e tutte. Creando rete e fornendo conoscenze in modo accessibile, si facilita il trasferimento tecnologico e la sostenibilità del Centro.